Buongiorno postino

[Michaël Escoffier, Babalibri, 2012. Illustrazioni di Matthieu Maudet. Età di lettura: dai 2 anni]
Premio Nati per Leggere 2013 – Miglior libro per bambini – Sezione Nascere con i libri (18 – 36 mesi)

buongiorno postino

Un postino vestito di tutto punto, con la sua divisa blu, viaggia per il mondo in sella alla bici, carico di pacchi e scatoloni.

Un inconfondibile “Poti! Poti!” annuncia ogni volta il suo arrivo: per prima cosa fa visita alla famiglia degli ippopotami, ai quali recapita un pacco piuttosto pesante e ingombrante. I due, incuriositi, lo aprono: ed ecco che ne esce un ippopotamino tutto tondo e sorridente, color mirtillo, proprio come mamma e papà.

buongiorno postino

Poi è la volta di una coppia di scimmie, abili acrobate degli alberi, e qui l’impresa si fa più ardua. Il postino però non si scompone e, inforcata la bici, pedala in perfetta verticale raggiungendoli tra gli alberi della giungla e consegnando loro uno scatoloncino che contiene non una, ma ben due scimmiette.

buongiorno postino

Tocca infine andare al Polo Sud per portare ai signori pinguini l’uovo che aspettano con ansia da molto tempo. Il postino pedala e pedala in mezzo alla neve alta, sempre sorridente e imperturbabile.

Fa sentire il suo “Poti! Poti!” e i due pinguini si precipitano fuori dal loro igloo. Il tempo di scambiare due chiacchiere col postino (forse anche di offrirgli qualcosa di caldo) e poi i tre si salutano.
buongiorno postinoL’uovo viene messo comodo, adagiato su una poltrona vicino alla stufa accesa, e all’improvviso CRAC! L’uovo si apre e ne esce…una gambetta verde. Poco dopo si libera del resto del guscio una cucciola di coccodrillo, che si guarda intorno perplessa (ma mai quanto i due pinguini!) e osserva dubbiosa la nuova mamma e il nuovo papà.buongiorno postino

“Ho l’impressione che il postino si sia sbagliato ancora”, osserva papà pinguino con aplomb invidiabile. Detto questo, prende la nuova piccola sotto la sua ala e chiama a raccolta gli altri figlioletti: una lucertolina, un pulcino e una tartaruga!

buongiorno postino

Parlare di temi complicati, come l’adozione e la diversità, a bambini che hanno appena un paio di anni non è un affare per nulla da ridere. Escoffier, accompagnato dalle illustrazioni di Maudet, lo fa senza girarci troppo intorno, con una simpatia disarmante.

La vera forza di questo cartonato, vincitore del Premio Nati per Leggere 2013 nella sezione Nascere con i libri (18-36 mesi), sta nel presentare come scontato e naturale il fatto che esistano famiglie come quella, così varia e variopinta. Famiglie in cui si può vivere tutti insieme lasciando che si mescolino diversità di colore, di provenienza, di abitudini.

Con quale leggerezza, poi, questo messaggio viene fatto passare! E’ un gioco, un “errore” del postino che si fa occasione di una risata e che, senza pretenderlo, aiuta a crescere un altro po’.

Questo post è stato pubblicato anche nel blog  www.ricominciodaquattro.com con il quale collaboro. Lo trovate cliccando su questo link

Buona lettura!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...